LA BATTAGLIA DI CANNE: ANCORA DUE BUFALE!

   Alcuni quotidiani regionali hanno pubblicato 2 nuove bufale sulla battaglia di Canne del fiume Aufido-Ofanto: conosciutissima da tutti gli storici, tranne da chi non legge o interpreta con molta superficialità la storia antica e continua ad inquinare anche la storia regionale.

1) Bufala: Quanti furono i feriti cartaginesi non lo sappiamo ma sicuramente furono molti, moltissimi. Dove andarono? Certamente non furono trasportati a Cartagine. Molti furono anche i disertori che non seguirono Annibale a Capua e nelle sue peripezie attraverso l’Italia.

   L’esercito cartaginese, come è “arcinoto”, vinse lo scontro nella vasta pianura del fiume Aufido-Ofanto, presso Canne, dopo che aveva già sconfitto i Romani presso il fiume Ticino, il fiume Trebbia ed il lago Trasimeno.

   Solo presso Gerione, prima di Canne, lo scontro fu sfavorevole ad Annibale.

   Gli autori classici hanno riferito il numero approssimativo delle perdite umane che ridusse il contingente dei due eserciti in lotta; i feriti sicuramente vennero curati con diligenza perché, una volta guariti, continuassero a combattere: 1.000, 10.000 o 50.000 poco importava, era già difficile contare i morti!

   E’ logico, e si scopre “l’acqua calda“, che i feriti Cartaginesi non furono curati  nell'”ospedale” di Cartagine!

   Disertori cartaginesi?

   Quanto mai nella storia delle guerre di ogni epoca gli uomini vincitori abbandonano l’ esercito che vince? (scusate la ripetizione!).

   L’esercito di Annibale era composto prevalentemente da mercenari il cui unico scopo era il bottino che spettava loro dopo ogni la vittoria.

Con la vittoria dell’Aufido-Ofanto, scrisse Livio I Cartaginesi raccolsero qui un’ingente preda. Al di fuori dei cavalli e degli uomini e di quella quantità d’argento che si trovava nel campo, tutto il resto fu abbandonato al saccheggio!

   Per saccheggio si intende quell’ azione militare che mira a depredare e ad acquisire bottino portando allo stesso tempo lo scompiglio e la distruzione, altro che disertare ed andar via a mani vuote!

   I mercenari di Annibale dovevano ancora dividere l’ingente riscatto che i Romani avrebbero pagato per la restituzione dei prigionieri!

   Dopo lo scontro vittorioso presso il fiume Aufido-Ofanto, l’esercito di Annibale aumentò addirittura di numero perché con lui passarono Campani, Atellani, Calatini, i Bruzzi, i Lucani, gli Uzentini, i Tarentini, quei di Metaponto, i Crotonesi, i Locresi e tutti i Galli cisalpini.

   I disertori ci furono sì, ma nell’esercito romano sconfitto; scrisse Livio: tuttavia, né le disfatte, né le defezioni degli alleati ebbero la forza di spingere i Romani.

2) Bufala: Cosa c’era nel nostro territorio all’epoca dei fatti? Non lo sappiamo, la storiografia nulla ci dice. Le città sannite distrutte dai Romani Velia, Palombinum ed Herculaneum, forse potevano trovarsi nei dintorni. Dopo la pace del 288 a. C. risorsero negli stessi luoghi? Qualcosa doveva esserci perché le popolazioni locali (giargianese) si ibridarono con i feriti e con i disertori di Annibale. …. Questo innesto fu certamente molto proficuo, i nuovi arrivati portarono nuovi modi di vivere e di lavorare.

   All’epoca dei fatti, se si intende la battaglia di Canne del 216 a. C., cosa c’entrano le città di Velia, Palombinum (è esatto Palumbinum), Herculaneum e la dimenticata Cominium, che non erano nei pressi del Fortore,   dell’Aufido-Ofanto, ma interne al territorio al Sannio-Pentro, espugnate dai Romani nel 293 a. C., ma non pertinenti allo scontro avvenuto 77 anni dopo?

   E’ falso affermare che la storiografia nulla ci dice!

   Gli autori classici tramandano e le scoperte archeologiche confermano, ai Sanniti-Pentri appartenevano le odierne Riccia, Gambatesa, Pietracatella, Macchia V. F., Sant’Elia, Toro, Monacilione etc,, ovvero quella parte del territorio che si affaccia sulla riva superiore sinistra del fiume Fortore, mentre più giù verso la foce c’erano i Frentani di Larino.

   La popolazione che abitava il territorio del Sannio-Pentro era ostile Annibale ed ai suoi soldati per quanto accaduto nella battaglia di Canne, sia per le sue precedenti incursioni e devastazioni.

Il glorioso popolo dei Sanniti-Pentri, tra quelli di origine italica, era l’unico rimasto fedele alleato dei Romani!

   Altro che giargianesi accoglienti e disponibili!

   E’ davvero “bizzarro” il solo ipotizzare che dei soldati nemici feriti e disertori, ma vittoriosi nella battaglia di Canne dove erano periti anche uomini del contingente pentro, potessero essere accolti benevolmente dagli sconfitti a cui era stato ucciso un padre, un figlio, un fratello, uno sposo!

   Bojano che era ancora la florida ed opulenta capitale dei Sanniti-Pentri, ospitava nella sua pianura uno degli accampamenti dei Romani che potevano agevolmente intervenire in soccorso dell’esercito accampato a Benevento o nei territori limitrofi interessati dal passaggio dell’esercito cartaginese.

   I Romani e gli alleati Sanniti-Pentri avrebbero permesso che nel loro territorio, a pochi chilometri di distanza, fossero ospitati dei nemici che, invece di nascondersi, si accoppiavano con le loro donne?

   Avrebbero permesso a quegli ottimi docenti, di insegnare nuovi modi di vivere e di lavorare, ed imporre il loro alfabeto e la loro lingua, tanto da sostituire la lingua osca e quella latina?

   Il ritrovamento delle steli di quell’epoca “radiosa e di benessere” per i Sanniti-Pentri conferma soltanto che le epigrafi furono incise in latino e solo in alcuni casi anche in osco; altro che scrittura semitica o punico-fenicia!

   Le bufale restano bufale; la Storia è un’altra cosa!

    Oreste Gentile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: