PAPA CELESTINO V: QUALCUNO MENTE SUL LUOGO DELLA SUA NASCITA!

Dove è nato papa Celestino V, al secolo Pietro di Angelerio?

19 marzo 1995. omelia di papa Giovanni Paolo II in occasione della visita al santuario di Castelpetroso:

Trovandomi poi vicino alla patria del mio venerato predecessore Celestino V, di cui si è celebrato lo scorso anno il settimo centenario dell’elezione al Pontificato, invio un caro saluto alla Comunità diocesana di Isernia ed al suo Pastore, Mons. Andrea Gemma. … .

16 novembre 1996. Discorso di Giovanni Paolo II in occasione dell’incontro con le diocesi di Isernia-Venafro e Trivento:

Cari pellegrini di Isernia-Venafro, in questi tre anni di celebrazioni centenarie celestiane a ricordo dell’elevazione al sommo Pontificato dell’ iserniano Pietro da Morrone, divenuto Celestino V, e dell’anniversario della sua santa morte… .

Siamo consapevoli che le due dichiarazioni di Giovanni Paolo II in merito alla nascita  nella città di Isernia del suo illustre predecessore non erano il risultato di una ricerca storica-bibliografica, ma quanto scritto da un suo collaboratore che, giustamente, riportò quanto era scritto nell’Annuario Pontificio, un organo ufficiale informativo pubblicato annualmente dalla Santa Sede  e  che alla voce Celestino V: 

 S. Celestino V, n. a Isernia, Pietro del Murrone  . 

Questo fino all’anno 1997 , ovvero le due citazioni “pontifice” in merito alla nascita di Celestino V in Isernia concordavano con quanto scritto nell’Annuario Pontificio.

Dall‘ anno 1998, l’ Annuario Pontificio riporta alla stessa voce: 

S. Celestino V, del Molise, Pietro del Murrone … . 

Si ignorano i motivi della correzione!

Anno 2010.  Lettera della C.E.A.M. ai fedeli dell’Abruzzo e del Molise per le celebrazioni dell’VIII Centenario della nascita di papa Celestino V, al secolo Pietro di Angelerio:

Le diocesi del Molise sono tutte coinvolte, essendo S. Pietro Celestino compatrono del Molise. Pietro Angelerio è nato nel Molise, è stato a Faifoli (Montagano) come chierico e come abate. La devozione è molto sentita in tanti luoghi tra cui Isernia.   Chieti 2 aprile 2009 .

Il testo della lettera fu approvato dagli 11 vescovi delle diocesi dell’Abruzzo e del Molise!

Settembre 2009 la diocesi di Sulmona-Valva ha scritto:

Il suo nome era Pietro Angelerio, nacque tra il 1209 e il 1215 nel Molise.

Febbraio 2010  la diocesi di Termoli-Larino ha scritto:  

S. Pietro Celestino (Pietro Angelerio o Pietro del Morrone) nasce in terra d’Isernia, nel Molise, tra il 1209 ed il 1215, secondo una accreditata storiografia risalente a fonti contemporanee al santo.

Aprile 2010 la diocesi di Campobasso-Bojano ha scritto:

Pietro Angeleri nasce nel 1209 o agli inizi del 1210. Come è noto, il luogo di nascita è conteso tra Sant’Angelo Limosano e Isernia. Non entriamo nel merito, ma di certo sentiamo molto fondato il sito di Sant’Angelo Limosano, perché quel paese meglio giustifica la sua presenza giovanile presso il monastero di Faifoli. 

Maggio 2010  la diocesi di Isernia-Venafro:

S. Pietro Celestino (Pietro Angelerio o Pietro del Morrone) nasce in terra d’Isernia, nel Molise, tra il 1209 e il 1215, secondo una accreditata tradizione storiografica risalente a fonti contemporanee al santo. Valga per tutte l’espressione del contemporaneo Guglielmo de’ Nangis (+ tra il 1300 ed il 1303), monaco benedettino dell’abbazia di St. Denis, che nel suo noto Chronicon universale lo dice “Yserniensis dioecesis, appulus natione. Oltre ad Isernia, diverse altre località, da Sant’Angelo Limosano (CB) a Sant’Angelo di Alife (CE), rivendicano la paternità dei natali del santo. Tra queste anche l’attuale Pesche, fino al Settecento pure chiamata Sant’Angelo a Sernia e già sede dell’abbazia benedettina di S. Croce di Isernia, assieme ai Sant’Angelo di Macchia d’Isernia e di Colli al Volturno.

1 maggio 2010 omelia del vescovo della diocesi di Isernia-Venafro:

Fratelli carissimi, siamo contenti -direi orgogliosi se l’orgoglio fosse una virtù- di sentirci concittadini di un così grande, coraggioso campione della fede, ma abbiamo compreso veramente il suo messaggio? Cosa vuol dire a ciascuno di noi il Santone, come affettuosamente lo chiamiamo? Quante volte ci siamo infervorati nel dibattito storico circa la nostra città che ha dato i natali a San Pietro Celestino- questo è indice di profondo attaccamento alla tradizione che vuole Pietro Angelerio nato in terra d’Isernia– ma è questo l’importante? Cosa significa questo per noi?

Chi non sottoscrisse la lettera della C.E.A.M.?

Nell’ Annuario Pontificio per l’anno 2010 ancora è scritto:

S. Celestino V, del Molise, Pietro del Murrone … . 

Chi non dice la verità?

Oreste Gentile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: