LE MURA “CICLOPICHE” DI BOVAIANOM-BOVIANUM-BOJANO, CAPITALE DEI SANNITI PENTRI.

 
   
Stemma della città di Bojano   (disegno prof. Nicola Patullo)
  
Tito Livio (fine I sec. a. C.), A.U.C., Avvenimenti del 311 a.C.: Boviano: era questa la capitale dei Sanniti Pentri, la città di gran lunga più ricca e fornita di armi e di uomini.

Appiano (fine I sec. a.C.), B. C., Avvenimenti del 89 a.C.: … . Era la città molto bella, e guardata da tre fortezze . Onde Silla mandò alcuni soldati innanzi: e comandò che si studiassero di insignorirsi d’una delle tre rocche, e poi facessero il cenno del fuoco. Veggendo Silla il fumo assaltò i nemici, e combattendo per lo spazio di tre ore continuare, prese la città. E queste cose furono fatte da Silla in quella state con una somma felicità.

 LE TRE Fortezze: Monte Crocella. Civita Superiore di Bojano. Località Piaggia-San Michele.

  

FORTEZZAdi Monte Crocella (mt. 1070 slm) (VIII a.C). 

                                               mura di terrazzamento nord lato.                           lato nord, visto dall’alto, ovest ad est.

                         vista dal basso.

                                                     

                           veduta lato sud- ovest

 

                           ingresso lato ovest: crollo delle mura.

 

                       particolare lato est

                            mura terrazzamento sud.

FORTEZZA CIVITA Superiore di Bojano. (mt. 700. S.l.m.). BOVAIANOM (VIII sec. a.C.), ACROPOLI di BOVIANUM (III sec. .a.C). 

BOVAIANOM. ACROPOLI di BOVIANUM, oggi CIVITA SUPERIORE.

 

BOVAIANOMBovianum: resti delle mura ciclopiche.

 (verde: tratturo Pescasseroli-Candela. giallo: Mura di cinta sannitiche-romane: A Presso Chiesa di Sant’Erasmo. B via Biferno e Larghetto Gentile. Rosso: Tratto di strada epoca romana (II sec a.C).

  

Tratto di mura di cinta presso chiesa di sant’Erasmo.

  Tratto Mura di via Biferno: Le mura ciclopiche della contrada Biferno. Alla radice del monte sul quale trovasi costruita Civita Superiore e principalmente nel rione Biferno, si osserva un lungo tratto di costruzione ciclopiche , tanto nel cortile della casa di abitazione degli eredi del fu Gennaro Gentile ed altri, nonchè nella casa di abitazione del sig. Mariangelo Gentile fu Achille, ed altre puranche , benchè di minore dimensioni in altri siti della città, ma sempre nella stessa direzione dall’Est all’Ovest, cioè secondo la linea delle radici predette . A questo fa eccezione un bel tratto, che si fa notare nel giardino Ducale posto a cavaliere e poco lungi dalla seconda abitazione anzi accennata, le pietre del quale, sono di minor mole ed anche la collocazione alquanto più regolare. Questo tratto presenta un angolo sporgente quasi fosse appartenuta ad una fortificazione di uno o più secoli indietro. Non vi è calce, nè altra specie di malta, irregolare la figura delle pietre ed industriosamente congegnate fra loro. Evidentemente fu adoperato lo squadro fenicio. (Nicola Marucci, Luci sannita, 1936).  

                                 veduta d’insieme.

 

                                             PARTICOLARI

 

 

  Tratto di mura Larghetto Gentile.

                                              Particolare

Oreste Gentile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: