REGIONE “MOLISE”: verso REGIONE “MOLISANNIO” o REGIONE “MOLDAUNIA”?

La casta politica per salvaguardare i “propri” interessi sta cercando “affannosamente” di ampliare le competenze “amministrative” della piccola regione MOLISE: non guarda più a nord verso l’ABRUZZO, bensì ai territori della provincia di BENEVENTO e della provincia di FOGGIA, giustificando il progetto nel nome  della “comune” storia delle origini e delle tradizioni.

Il territorio della regione MOLISE dei PENTRI e dei FRENTANI.

Non esistono dubbi della comune origine SABINA/SABELLA/ITALICA degli IRPINI, che occupavano i territori delle attuali province di BENEVENTO e di AVELLINO, con i  PENTRI, con capitale Bojano, ed i FRENTANI, con capitale Larino, i cui territori costituiscono la regione MOLISE; NON si giustifica storicamente una unione “amministriva” della regione MOLISE con la provincia di FOGGIA, il cui territorio in origine era abitato dai DAUNI, discendenti dei colonizzatori GRECI: identità, lingua e cultura erano diverse. Con i DAUNI erano frequenti gli  scambi commerciali per mezzo dei TRATTURI che partivano dagli altipiani dell’ABRUZZO.

 La casta politica “invoca” anche solo il “trasferimento amministrativo” di alcuni piccoli comuni della provincia di FOGGIA che non cambierebbe il “peso” amministrativo ed economico del MOLISE; si può giustifica storicamente solo il passaggio del comune di SERRACAPRIOLA che fu feudo dei de Moulins/Molisio, titolari di origine normanna della contea di Bojano.

Al contrario, la STORIA può giustifica l’unione “amministrativa” del MOLISE con la provincia di BENEVENTO  il cui territorio era occupato dalle popolazioni italiche degli IRPINI e dei CAUDINI, consanguinei dei PENTRI e dei FRENTANI; ma non si comprende l’esclusione della provincia di AVELLINO il cui territorio era abitato dagli IRPINI.

 A dispetto della casta politica, una “nuova” regione ABRUZZO e MOLISE, soppressa “amministrativamente” nel 1963, potrebbe contare una popolazione di 1.662.146 abitanti su una superfice di 15.228,28 kmq. e con 441 comuni.

MOLISE + provincia di BENEVENTO avrebbe una popolazione di 607.654, superfice 6.503,79 kmq. e comuni 214.

la regione “SANNIO e MOLISE” o “SANNIOMOLISE”. 

 MOLISE + provincia di BENEVENTO + provincia di AVELLINO: popolazione di 1.046.791, superfice 9.295,43 e comuni 333.

La regione “SANNIO E MOLISE” o “SANNIOMOLISE”. MOLISE + pr.cia di BN + pr.cia di AV

 MOLISE + provincia di FOGGIA: popolazione 960.111, superfice 11.398,16 kmq., comuni 197.

La regione “DAUNIA E MOLISE” o “DAUNIAMOLISE”. MOLISE + pr.cia di FG

 
 UN CONFRONTO SIGNIFICATIVO:
QUALE  AMPLIAMENTO ?
 La “nuova” regione già è stata denominata MOLISANNIO, di dubbia origine storica MOLI non può indicare il MOLISE, la “piccola regione perderebbe la sua identità tanto invocata  a “sproposito” in altre circostanze dalla casta; SANNIO può ricordare cronologicamente 3 diversi momenti storici:
A) la denominazione della  IV regione augustea che comprendeva i popoli di origine SABINA/SABELLICA/ITALICA, ma escludeva proprio gli IRPINI  (prov. Avellino e Benevento) ed i CAUDINI (prov. di Benevento) della stessa origine.

B) La provincia denominata Campania et Samnium dell’anno 293 d. C.:
la “provincia” “Campania et Samnium” anno 293 d.C.
C) La provincia denominata Samnium del IV sec. d. C. che escludeva gli IRPINI ed i CAUDINI, ma comprendeva il territorio di Alife e di Telesia:

La “provincia” “SAMNIUM” IV sec.
La STORIA può giustificare, seguendo un ordine cronologico, SANNIO, termine che oggi identifica il territorio beneventano e MOLISE, nome nato nel 1142 per volere di re Ruggero II per identificare l’importante contea normanna di Bojano; pertanto, la “nuova” regione dovrebbe denominarsi correttamente SANNIO e MOLISE o SANNIOMOLISE .

La STORIA non può giustificare una unione del MOLISE con la provincia di FOGGIA ed ancora di meno il nome MOLDAUNIA che, al pari di MOLISANNIO, salvaguarda correttamente solo il territorio dauno, ricordando foneticamente la MOLDAVIA.

Se l’unione dovesse avvenire la STORIA indica cronologicamente una regione denominata DAUNIA e MOLISE o DAUNIAMOLISE, per farsì che la “piccola” regione conservi la sua identità.

Oreste Gentile.  

2 Risposte to “REGIONE “MOLISE”: verso REGIONE “MOLISANNIO” o REGIONE “MOLDAUNIA”?”

  1. Gennaro AMODEO n. Venafro (IS) Says:

    Preg.mo Sig. O. GENTILE
    da molisano trapiantato a Foggia e promotore del progetto MOLDAUNIA, apprezzo il suo escursus storico sul Molise e popolazioni limitrofe, perchè dalle radici bisogna partire, ma queste non possono estendersi agli albori della storia a scapito delle più recenti asperienze di osmosi culturale e socio economica per via della transumanza, durata per quasi cinque secoli, fino ai giorni nostri.
    E poi, una fusione territoriale e demografica non può prescindere dalla valutazione dell’apporto reciproco delle parti in causa e della complementarietà di risorse messe in comunione dalle stesse.
    E sotto quest’aspetto, da molisano, posso affermare senza ombra di smentita, che la dotazione territoriale della capitanata, sia sotto l’aspetto geografico che produttivo, è semplicemente eccezionale, oltre ad esprimere delle risorse naturali complementari con quelle del Molise (territotio coltivabile del Tavoliere e riserve d’acqua del Molise).
    Ciò premesso, l’ipotesi MOLDAUNIA, non chiude le porte a future adesioni di fascie del Beneventano, dell’Irpinia del Casertano nord e dell’Abruzzo meridionale.
    Per quanto riguarda il nome da dare alla nuova regione, per noi il problema è di secondaria importanza, anche se il nome MOLDAUNIA, oltre a rappresentare proporzionalmente le dimensioni territoriali e demografiche dei due popoli, foneticamente non dispiace.
    Restando a disposizione per qualunque ulteriore contatto si inviano cordiali saluti.
    Gennaro Amodeo
    (Presidente Movimento Popolare Progetto MOLDAUNIA)

    d dotazioni specifiche che le varie province apporterebbero al Molise

    • molise2000 Says:

      Gent.mo Gennaro Amodeo,
      la casta politica molisana in più di una occasione, per difendere il “proprio bacino elettorale”, ha lanciato l’allarme per cui la regione, le due province ed i comuni più piccoli del Molise avrebbero perso la loro identità e le loro tradizioni se si decidesse la costituzione di una “macroregione” in cui inserire anche il territorio molisano.
      Il mio “escursus” storico vuole dimostrare che le unioni amministrative di più territori nel corso dei millenni non ha MAI cancellato le identità, nè le tradizioni.
      Gli “albori” della storia non possono essere sottovalutati o ignorati nella costituzione di una “macroregione”, tant’è che AUGUSTO, dopo 800 anni dalla formazione della “prima Italia”, ne tenne conto nella sua riforma; sono le nostre radici e la nostra identità, pertanto vanno salvaguardate. E’ come se un “pingo pallino” qualsiasi oggi non riconoscesse il suo “trisavolo” ed il suo upredecessore solo perchè vissuto mille anni fa!
      Se, come lei scrive, le “più recenti esperienze di osmosi culturale e socio economica per via della transumanza, durata per quasi cinque secoli, fino ai giorni nostri” possono contribuire alla formazione di una “macroregione”, non si possono trascurare le esperienze maturate dagli “albori” e mai interrotte con le altre popolazioni limitrofe.
      Se il nome MOLDAUNIA “foneticamente non dispiace”, la denominazione della regione MOLISE+DAUNIA non dovrebbe “rappresentare proporzionalmente le dimensioni territoriali e demogarfiche dei due popoli”, come lei sostiene, ma dovrebbe salvaguardare l’identità MOLISANA in quanto il termine “anonimo” MOL non ha significato storico, nè potrà ricordare ai posteri il MOLISE.
      Cordiali saluti.
      Oreste Gentile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: