FO’RLI’ del Sannio: quale la vocale tonica ?

Masciotta (1915), scrisse:  Nei Registri angioini questo Comune è detto “Forolum” – “Fòruli” – “Fòroli”; e probabilmente vale “Forum” (luogo di parlamento pubblico o di mercato) “Iulii” (dedicato a Giulia Cesare od altro Giulio), analogamente ai “Forum Livii”, ai “Forum Cornelii”, ecc. Con R. D. 22 gennaio 1863, in conformità del voto emesso dal Consiglio Comunale nella tornata 12 dicembre 1862, Forli venne autorizzata a denominarsi Forli del Sannio per distinguersi da Forlì, capoluogo di provincia nell’Emilia.

Il toponimo dell’odierno centro di Forli (del Sannnio) ha 2 vocali: o ed i, l’accento dove  < cade > ?

Fòrli o Forlì ?

Masciotta, sulla base di quanto ha tramandato la Storia medievale del periodo angioino (XIII sec.), ricordò  Forulum, Fòruli e Fòroli, l’antico toponimo in cui ò è la vocale tonica ; aggiunse: e probabilmente vale “Forum” (luogo di parlamento pubblico o di mercato) “Iulii” (dedicato a Giulia Cesare od altro Giulio), analogamente ai “Forum Livii”, ai “Forum Cornelii”, ecc. .

Ritenne probabile (ancora oggi non esistono delle testimonianze storiche od archeologiche che possano avallare la sua proposta) che il toponimo Forli, già nel medioevo Forulum, Fòruli e Fòroli, derivasse da fòrum, dove ò è sempre la vocale tonica; pertanto, nell’attuale toponimo Forli del Sannio, ò è la vocale tonica.

Era improprio anche il riferimento a Lìvii perché la Storia dell’epoca romana non lo ricorda pertinente al territorio ed all’insediamento medievale di Forulum, Fòruli e Fòroli: la richiesta e l’autorizzazione del Regio Decreto di denominarsi Forli del Sannio per distinguersi da Forlì, capoluogo di provincia nell’Emilia erano fuori luogo, perché la vocale ì è tonica solo in Forlì, il toponimo del capoluogo di provincia dell’Emilia che la Storia ricorda si originò da fòrum Lìvii in cui la prima i divenne vocale tonica: For(um)(vii).

Masciotta scrisse Forli del Sannio senza l’accento sulle 2 prime vocali, sia nel titolo del capitolo del testo, sia nella descrizione gli avvenimenti che lo videro protagonista.

Gli abitanti di Fòrli del Sannio non possono essere chiamati Forlìvesi: il termine deriva dal toponimo latino For(um)(vii) ed è pertinente unicamente agli abitanti di Forlì.                                                                                                                 

Considerato che si ignora il toponimo più antico di Fòrli del Sannio utile per identificare i suoi abitanti, solo dal toponimo medievale Fòruli o Fòroli  deriva Fòrlesi.

Consultando internet, si legge nell’ordine: Sito Istituzionale di Forlì del Sannio; Comune di Forlì del Sannio (IS); Forlì del Sannio: Forlì.

Nel periodo longobardo, al tempo di Gisulfo, duca di Benevento (742), un documento del Chronicon Vulturnense ricorda: … fluvio Forulo, et quomodo Forulus percorri usque in via antiqua.

Il fluvio Fòrulo, nel cui toponimo la vocale tonica è la prima o, corrispondere al corso d’acqua oggi denominato Vandrella: nasce a nord ovest presso le così dette Bocche di Fòrli, attraversa il territorio di Fòrli del Sannio, centro che nel medioevo era conosciuto come Fòruli, per confluire nel fiume Vandra, tributario del fiume Volturno.

mmm

Fòrli (punto rosso). Il corso (rosso) del fiume Fòrulo si immette nel Vantra (azzurro) e questo nel fiume Volturno (bleu).

Il fluvio Fòrulo (rosso nella figura a ds.) si immette nel fiume Vandra (azzurro nella fiugura a sn.) per segnare nel periodo romano il confine tra ilmunic romano di Venafrum e quello di Aesernia; successivamente divenne confine delle due omonime diocesi episcopali e delle contee omonime nel periodo longobardo-franco: … et per gens usque in rivio, qui dicitur Fòruli, eodemque decorrente rivio usque in fluvio Vatra (anno 866).

mmm

1. Contea di Venafro. 2. Contea di Isernia  3. Contea di Trivento. 4. Contea di Boiano. Il castrum Fòruli (rosso)  a confine tra le contee di Venafro, di Isernia e di Trivento.

mmmm

Fòruli/Fòrli del Sannio nella contea longobardo-franca di ISERNIA

Nel Chronicon Vulturnense si legge: in rigo de Forulo, et ipsum rivum quomodo vadit in flumine de Vantra, et ipsa Bantra quomodo discendi in flumine Volturno.

Era stato il toponimo Fòrulo del fluvio a dare il nome al medievale Fòruli ?

… fluvio Fòrulo, et quomodo Fòrulus percorri usque in via antiqua: dovrebbe essere la via consolare romana Minucia che da Corfinio giungeva a Brindisi, il cui percorso seguiva a grandi linee il tracciato del tratturo Pescasseroli-Candela.

(a) "via Latina". (b) "via" della "Tabula Peutingeriana" da "adrotas"-Monteroduni ad "Aufidena". (c) raccordo da "adrotas" ad Isernia. (1) "via Minucia" da Corfinio a Brindisi. (2) "via" della "T.P." da Bojano a "Geronum"-Casacalenda e a "teneapulo"-San Paolo Civitate. (3) "via" della "T.P." da Fòrli del Sannio alla "Taverna del Cortile".

a. via Latina. b. via della Tabula Peutingeriana da adrotas-Monteroduni ad Aufidena. c. raccordo da adrotas ad Isernia. 1. via  (parte del tracciato tratturo Pescasseroli-Candela) da Corfinio a Brindisi. 2. via (tracciato tratturo Matese-Centocelle) della T.P. da Bojano a Geronum-Casacalenda ed a teneapulo-San Paolo Civitate. 3. via (parte tracciato tratturo Castel di Sangro-Lucera) della T.P. da Fòrli del Sannio alla Taverna del Cortile.

E’ nel territorio di Fòruli/Fòrli del Sannio che la Tabula Peutigeriana indicava un bivio tra la via Minucia che seguiva una parte del tratturo Pescasseroli-Candela, ed una “via” anonima (parte del tracciato del tratturo Castel di Sangro-Lucera) che raggiungeva l’odierna Taverna del Cortile – contrada Feudo, presso Campobasso.

mmmmm

Tabula Peutingeriana1. via Minucia. 3. via anonima, parte del tracciato tratturo Castel di Sangro-Lucera. 2. via romana da Bobiano (Bojano) – adcanales (Baranello) – ad pyr (Campolieto).

La cartografia antica conferma l’antico toponimo: Fùorli e Fuoroli.

mmm

Egnazio Danti sec. XVI. ne La Galleria delle Carte geografiche in Vaticano: Fùorli.

mmm

Egnazio Danti XVI secolo. ne La Galleria delle Carte geografiche in Vaticano: Fuorli.

mmmm

G. Antonio Mangini 1642: Fuorli.

mmmm

Antonio Zatta 1785: Fuoroli.

I Registri della Cancelleria Angioina ricordarono l’odierno Fòrli del Sannio e testimoniano che Fòruli era un castrum: un gruppo di case circondate da mura difensive con la presenza o meno di un castello solitamente edificato nella zona più elevata: 410. – (Philippe de Forulo, uxori Gentilis de Forulo proditoris, provisio pro restituzione castrorum Foruli, Quinquemilii et feudi in Sangro.

mmm

Fòrli del Sannio: una parte del castrum ed i “ruderi” del castello (freccia)

La citazione testimonia anche che il toponimo  del castrum  Fòruli era utilizzato come cognome da alcuni dei suoi cittadini: Philippe de Fòrulo, uxori Gentilis de Fòrulo.

Di Cicco (1997), nella pubblicazione Il Molise e la Transumanza ricorda per gli anni 1810, 1826-1844, 1843, 1881-1883 le Piante del r. tratturo che dal fiume della Zittola in tenimento di Castel di Sangro conduce alla Motta e Tertiveri, confine del tenimento di Lucera. Tratturo che comincia dal tenimento di Forli. Per gli anni 1837-1841 e 1826-1841 il Tratturo da Pescasseroli allo scaricatoio di Candela. Storia del tratturo. Tratturo nel tenimento di Forli.

Forli aveva conservato nel corso dei secoli il toponimo originario dal castrum Fòr(u)li; ma per l’anno 1883, Di Cicco scrive: Tratturo Pescasseroli-Candela, nella parte che attraversa  la terra di Molise da Rionero Sannitico a Pettoranello. Tratturo in tenimento di Rionero Sannitico. Id. di Forli del Sannio.

Le fonti bibliografiche consultate da Di Cicco ricordano FORLI senza la vocale tonica perché la Storia insegna che derivava dall’antico toponimo Fòr(u)li /Fòr(o)li/  F(ù)or(u)li  in cui la i non era la vocale tonica.

La differenza tra Forli e Forlì era chiarissima: le motivazioni addotte dal Consiglio Comunale nella tornata 12 dicembre 1862 perché fosse autorizzata la sostituzione della vocale tonica ò, tramandata dalla Storia, con la vocale ì, cambiarono non solo il toponimo, ma l’identità dell’antico castrum.

Oreste Gentile.

Tag:

5 Risposte to “FO’RLI’ del Sannio: quale la vocale tonica ?”

  1. filomorgiana Says:

    quindi sono forlese?!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: