BUON COMPLEANNO, PAPA FRANCESCO. DA PAPA CELESTINO V.

 

Immagine1

 

 

 

 

 

Caro Papa Francesco, le tue biografie mi informano che sei nato da Mario Jose BergoglioRegina Maria Sivori il 17 dicembre 1936, in Flores, Buenos Aires, Argentina; in ritardo ti faccio i miei più cordiali auguri per il compleanno del giorno 17 u. s..

La tua elezione è dovuta alla rinuncia di papa Benedetto XVI, al secolo Joseph Aloisius Ratzinger, figlio di Joseph Ratzinger e di Maria Rieger, nato il 16 aprile 1927 in Marktl am Inn, in Baviera.

Chi ti scrive è colui che nella storia della Chiesa ha creato un precedente: la rinuncia al papato.

Sono Pietro detto da/del Morrone, già papa Celestino V, al secolo, Pietro figlio di …, nato il ….., in ….. .

Ti chiederai il significato dei punti sospensivi; ebbene, io non ho potuto, né posso godere la celebrazione del mio compleanno, non posso far conoscere al mondo l’anno e la località della mia nascita, il nome dei miei genitori.

Dopo la mia morte, avvenuta il 19 maggio 1296, ho dovuto subire, a partire dall’anno 1479, i capricci di alcuni miei biografi che ancora oggi, ignorando le biografie più antiche, la geografia e la storia dell’Italia nel XIII secolo, ed inventando 9 false testimonianze ed una tradizione storico-liturgica locale, convergente con le informazioni degli storiografi dell’Ordine celestiniano, mi fanno nascere da Angelerio o Angelerii e da Maria Leone, nell’anno 1215, nella città di Isernia.

E’ storia recente: tra gli anni 2009 e 2010 le diocesi dell’Abruzzo e del Molise, all’unanimità, hanno indetto l’Anno Giubilare Celestiniano per ricordare gli 800 anni della mia nascita.

Per la prima volta, ho potuto celebrare un compleanno!

Celebrato l’anniversario e trascorsi gli anni 2011, 2012 ed il 2013, nell’anno 2014 e per l’intero anno 2015, solo la diocesi di Isernia-Venafro, che nel 2009 aveva aderito alla celebrazione dei miei 800 anni, strumentalizzando la tua presenza del giorno 5 luglio u. s., ha voluto celebrare un 2° anno giubilare celestiniano per ricordare, una seconda volta, gli 800 anni della mia nascita.

Troppa grazia!

Dopo secoli di silenzio, 2 celebrazioni nel giro di 5 anni: e pensare che l’antica diocesi di Isernia-Venafro, nel corso di 8 secoli, pur sostenendo l’anno 1215, mai ha celebrato la mia nascita.

Solo in 2 occasioni ha ricordato la mia morte avvenuta nel 1296: nell’anno 1896 e nell’anno 1996.

Facile il calcolo aritmetico, ma hanno trascurato un altro di pari facilità.

Due delle mie biografie più antiche, la Vita A e la Vita C hanno tramandato che tornai al Padre all’età di 86 0 87 anni; ergo: 1296 – 86 o 87 = 1210 o 1209.

Chi continua a sostenere che sarei nato nel 1215, offende l’intelligenza dell’ignaro fedele o studioso.

Tu solo puoi invitare i vescovi dell’Abruzzo e del Molise ad affrontare e risolvere la vexata questio che coinvolge anche mia madre, il cui cognome non era Leone, e la località della mia nascita che non era la città di Isernia, bensì, come indicano 11 indizi storici, geografici e religiosi, era l’antico castrum di Sant’Angelo Limosano.

Sicuro del tuo interessamento, rinnovo i miei auguri.

Pietro di Angelerio, già papa Celestino V.

P.S. Il papa emerito Benedetto XVI, il giorno 4 luglio 2010, nella città di Sulmona dichiarò che l’Anno Giubilare 2009-2010 era stato indetto per celebrare il mio VIII compleanno: 1209 – 2009.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: