Archive for settembre 2019

IL VATICANO HA SUPERATO PONZIO PILATO.

settembre 20, 2019
IL CASO DELLA PATRIA DI PAPA CELESTINO V, AL SECOLO PIETRO DI ANGELERIO E DI MARIA.
Da una intervista di TG 3 Molise a l’arcivescovo metropolita, Giancarlo Maria Bregantini, della diocesi di Campobasso-Bojano:
D.: C’è ancora una diatriba tra S. Angelo Limosano e Isernia per chi ha dato i natali a Celestino V o abbiamo la certezza?
R.: La diatriba resterà sempre perché il Vaticano se l’è sbrigata con: è nato nel Molise. Noi diciamo da gente di questo luogo che è nato a Sant’Angelo Limosano, altri diranno altre cose. Noi lo motiviamo per la particolare vicinanza che ha avuto questo Sant’Angelo con Faifoli dove lui è cresciuto come novizio, si è approfondita la sua vocazione ed è stato lì che ha emesso i voti, perciò c’è certamente una ragione diremo affettiva ed effettiva.
Ponzio Pilato si lavò le mani, delegando il popolo a scegliere tra Gesù e Barabba.
Il Vaticano, lascia TUTTI nel secolare DUBBIO, permettendo la disputa della famosa nascita.
La secolare disputa continua con la erezione di 3 (TRE) monumenti rappresentanti papa Celestino V in 3 (TRE) località diverse: Isernia, Sant’Angelo Limosano e Sant’Angelo di Raviscanina.

E’ PRENDERE IN GIRO IL SANTO FRATE EREMITA ED ILLUDERE I CITTADINI DELLE 3 (TRE) LOCALITA’ IN CONTESA ?
PROPRIO IL VATICANO !
SCHERZA CON I FANTI E LASCIA STARE I SANTI.
Per fortuna la Provvidenza rimedia agli ERRORI degli uomini.
Il Cammino del Perdono, ideato ed organizzato da Il Movimento Celestiniano con sede in L’Aquila: Il Cammino del Perdono nasce dal desiderio di riscoprire quegli elementi e quei personaggi che favorirono la rappacificazione tra popoli da secoli in guerra a causa delle famigerate Crociate Cristiane.
Dal sito http://ilcamminodelperdono.eu: Il percorso collega il luogo di nascita di San Pietro Celestino alla città che ne vide principalmente le gesta. Il cammino ripercorre, quindi, le tappe fondamentali della esistenza di Celestino, passando attraverso alcuni dei luoghi ove si rifugiò da eremita e che conservano ancora una forte spiritualità ed una bellezza mistica.

I luoghi coinvolti nel percorso sono: Monticchio, Fossa Sant’Eusanio Forconese, Villa Sant’Angelo, Campana, Fontecchio, Acciano, Madonna della Santità, Castelvecchio Subequo, Castel di ieri, Goriano Sicoli, Raiano, Pratola Peligna, Sulmona, Badia di Santo Spirito, Eremo di Sant’Onofrio, Eremo di Sant’Onofrio, Marane, Pacentro, Campo di Giove, Vado di Coccia, Palena, Eremo della Madonna dell’Altare, Roccaraso, Castel di Sangro, S. Pietro Avellana, Pescolanciano, Civitanova del Sannio, Sant’Angelo Limosano.
L’intero percorso misura 220 km.

L’itinerario da L’AQUILA a SANT’ANGELO LIMOSANO.

Oreste Gentile.

IL MOLISE CHE NON ESISTE, RESISTE.

settembre 18, 2019

Coloro che continuano a dire o scrivere: il Molise non esiste, dimostrato una grande ignoranza non più tollerabile, per ovvi motivi, ai giorni nostri.

Nella mia giovinezza vissuta per motivi scolastici nella bella città di Pesaro, alla domanda: di dove sei? Rispondere, Bojano, Campobasso o Molise, i miei interlocutori commentavano: Campania, Napoli, Puglia; neppure Abruzzo.

Cosa farci se nelle scuole di ogni ordine e grado avevano trascurato l’insegnamento o lo studio della geografia.

Oggi non dovremmo più trovarci in questa situazione, ma se qualcuno volesse conoscere il Molise attraverso la lettura della sua Storia, si troverebbe disorientato vista la diffusione permanente delle cosiddette “storie di campanile o credenze popolari” il più delle volte documentate esclusivamente da una sempre invocata “tradizione” orale fondata sul NULLA, ma creata “ad hoc” pur di negare l’evidenza.  

Nel presente sito https://molise2000.wordpress.com si possono consultare gli articoli (in elenco solo alcuni) pubblicati.

 

IL TERRITORIO DELLE REGIONE MOLISE. IL TERRITORIO DEGLI  SANNITI/PENTRI ED IL TERRITORIO DEI SANNITI/FRENTANI CON GLI ATTUALI 136 “CAMPANILI”.

 

SAN FRANCESCO NELLA REGIONE MOLISE

LA ” PENTRIA “.

DIOMEDE ed il SANNIO.

SAN FRANCESCO IN MOLISE 

ANNIBALE NEL TERRITORIO DEI “SANNITI PENTRI”

MONTEFALCONE NEL SANNIO non è “MARONEA”.

FROSOLONE NON E’ L’ANTICA “FRESILIA”.

LANDOLFO BORRELLO ED I COLONI VENEZIANI IN AGNONE (IS).

FERRAZZANO NON E’ “FERENTINO”.

ALTO SANNIO o NAZIONE SANNITA? VOGLIONO RISCRIVERE LA STORIA DEI SANNITI.

FO’RLI’ del Sannio: quale la vocale tonica

Rodolfo “di Molhouse” o “di Mulhausen”, normanno, conte di Bojano: mai esistito!

LA “CONTEA” DI PIETRABBONDANTE E LA “CONTEA” DI CAMPOMARINO: NON SONO MAI ESISTITE.

LA BATTAGLIA DI CANNE: QUANDO IL FIUME OFANTO SFOCIAVA NEL MARE JONIO.

GIAMBATTISTA MASCIOTTA: uno storico non attendibile.

PESCHE (IS) E LA NASCITA DI PAPA CELESTINO V: UNA “BUFALA” !

“ad pyR VIII” = “ad Pir(um)”: una “bufala” !

PAPA CELESTINO V. NARCOTIZZATI DA UNA “TRADIZIONE” FONDATA SUL “NULLA” E CHE ABUSA DELLA CREDULITA’ POPOLARE.

PAPA CELESTINO V: QUALCUNO MENTE SUL LUOGO DELLA SUA NASPAPA CELESTINO V. CONTINUA LA SAGRA DELLE BUGIE!CITA!

LA BATTAGLIA DI CANNE: ANCORA DUE BUFALE!

LA TRIBU’ DEI PENTRI: LA REGIONE MOLISE “RISCRIVE” LA STORIA!

PAPA CELESTINO V: UN PATRONO CONTESO DA UNA CITTA’ ED UN PAESE.