PAPA CELESTINO V, AL SECOLO PIETRO DI ANGELERIO E DI MARIA. LE DUE CROCI DONATE ALLA CITTA’ DI ISERNIA.

QUANTE ERANO LE CROCI DI PAPA CELESTINO V ?
D.: Fra’ Pietro la stampa (UNA) molisana in questi giorni ha dato ampio risalto al suo dono di 2 (DUE) o 1 (UNA) alla città o alla cattedrale di Isernia, ci po’ dare qualche informazione in più ?
R.: Mi meraviglio della tua poca memoria, caro amico: già nella 1^ intervista ti ho dato qualche informazione aderente alla VERITA’.
L’arciprete della cattedrale di Isernia, CIARLANTI, dopo la BUFALA dell’esistenza di un terreno nella città di Isernia posseduto dal mio buon padre Angelerio, notizia rivelatasi FALSA, dichiarò che, ascolta bene, le 2 (DUE) croci le avrei INVIATE alla città di Isernia da una mia residenza ignota ed in una occasione imprecisata, ergo: NON furono donate in occasione dell’ INVENTATO mio passaggio, della mia visita, della mia sosta, della mia presenza del 14 e 15 ottobre 1294.
Se furono INVIATE, è CHIARO che non furono consegnate da me o da un mio incaricato nei giorni 14 e 15 ottobre 1294.
Una BUFALA crea sempre confusione e contraddizioni: ad esempio, in una sua omelia, il compianto mons. Gemma, vescovo di Isernia, dichiarò:”” e qui lasciasti come segno d’affetto, di comunione e di protezione QUELLA CROCE argentea che il tesoro della nostra cattedrale custodisce, quale emblema di un particolare legame che ti unisce alla tua città natale””; le 2 (DUE) CROCI, in base alla testimonianza di mons. Gemma era 1^ (una) SOLA.
NON SOLO, FAI BEN ATTENZIONE: TUTTI i miei biografi più antichi, tranne CIARLANTI, oltre ad IGNORARE il mio passaggio, la mia visita, la mia sosta, la mia presenza del 14 e 15 ottobre 1294 nella città di Isernia, hanno sempre IGNORATO l’INVIO o il DONO delle 2 (DUE) o 1 (UNA) CROCE alla città o alla cattedrale di Isernia.
In VERITA’, in VERITA’ ti dico: le 2 (DUE) CROCI ESISTONO davvero nella cattedrale di Isernia ed 1 (UNA) sola di esse fu esposta in occasione delle Celebrazioni Celestiniane. Mostra di Cimeli e Documenti (L’Aquila 1954): “”CROCE IN ARGENTO DORATO (alt. cm. 25 più base dello stesso metallo alta cm. 12). Di finissimo cesello e sbalzo; tempesta di pietre dure, rubini, lapislazzuli ed ametiste. Ha sui quattro bracci delicati smalti su fondo azzurro rappresentanti figure sacre. NOBILISSIMA ISPIRAZIONE DELL’ALTA OREFICERIA, FORSE FIORENTINA. SECONDA META’ DEL SEC. XIV. PROPRIETA’ DEL CAPITOLO CATTEDRALE DI ISERNIA””. (ti allego a ds. la foto di una di esse pubblicata da Isnews. Nella foto a sn. le 2 (CROCI) pubblicate in “Pietro Celestino Il cammino di un santo”. Isernia 2010).
Esistendo, come già ho detto, 2 (DUE) CROCI conservate nella cattedrale di Isernia. RIBADISCO: NON MI SONO MAI APPARTENUTE, NE’ DONATE E INVIATE AL POPOLO DI ISERNIA.

(continua).
Oreste Gentile

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: